“It’s Coney Island, baby” di Stefano Corso

Posted in reportage, video with tags , , on 30 agosto 2010 by Mario Macaluso

La magica atmosfera, i volti e le presenze di Coney Island in questo video di Stefano Corso. Sono immagini riprese durante un workshop di reportage  tra la spiaggia,  il lungomare e il mitico  luna park della piccola penisola a est di Manhattan:

«Coney Island è un luogo magico, stravagante, amichevole e, come ho scoperto, pieno di soprese. Ho incontrato Christina, la ragazza che vive “in the garbage down under” (nella spazzatura li sotto), e crede che tutti dicano che e’ brutta; lasciandosi fotografare si è poi convinta di non esserlo;  Billy, il trombettista sul monociclo, ha suonato per me “Bella Ciao” in modo del tutto originale;  Jose’,  l’aspirante pugile, aveva paura dei tuoni, e tanti altri personaggi che mi hanno accompagnato nelle mie giornate. Ho lavorato solo con un 35mm e questo  mi ha costretto ad avvicinarmi alle persone, stabilire un contatto e  farmi raccontare  le loro storie, la loro vita e le loro visioni del posto.»

Continua a leggere

“Gadjo dilo” di Edvard Ciani

Posted in portfolio, reportage with tags , , , , , on 7 agosto 2010 by Mario Macaluso

Gadjo dilo* nella lingua romanì vuol dire straniero pazzo; straniero in un mondo dove l’essere diverso appare più come un crimine che una virtù o semplicemente un altro punto di vista, pazzo in quanto capace di adattarsi a vivere in una cultura differente, un modo di essere, di pensare e di vivere all’estremo opposto rispetto ai parametri adottati ed accettati dalla società in cui viviamo.

Questo è un viaggio in un mondo emarginato, un mondo discriminato e mai accettato, un mondo dove la gentilezza, l’ospitalità ed il saper vivere sono di casa, un universo magico dove il tempo non passa mai.

Continua a leggere

“Ma ci sono ancora le macerie?” di Laura Rodari

Posted in fotografia, reportage, video with tags , , , , , on 12 luglio 2010 by Mario Macaluso

Poco piu’ di un anno dopo questo post con le foto di Christian Fossati, torniamo sui luoghi del terremoto nell’aquilano, ospitando Laura Rodari che ha cercato di dare una risposta all’interrogativo «Ma ci sono ancora le macerie?»

Sono partita per L’Aquila la prima volta ad Aprile 2010, quando a riflettori spenti, quello che arrivava al resto del mondo erano sporadiche informazioni sul «miracolo Aquilano».
A un anno dal terremoto macerie puntelli e silenzio. Questo ho trovato.
Un silenzio assordante, e intorno, le C.A.S.E. e i M.A.P., questi non – luoghi che ospitano meno della metà degli sfollati. Una situazione apparentemente temporanea, sterile, dove non esiste tessuto sociale.
Tornata a Milano la domanda ricorrente, da amici e conoscenti anche se non propriamente disinformati, era:
«Ma ci sono ancora le macerie?»
Le macerie ci sono ancora sì, immobili ed educate, lì come il 7 aprile 2009, a tenere vivo il disagio di un popolo stremato e consapevole del fatto che il rischio di vivere in un’ eterotopia permanente è altissimo.
E la ricostruzione un’utopia.

Da questa domanda è nato questo video «Intervallo, L’aquila dal vero»:

Continua a leggere

Fotogiornalismo: la questione italiana

Posted in eventi, fotografia with tags , on 6 maggio 2010 by Paolo Del Signore

La scorso 24 aprile, a Roma, presso l’ISA (Istituto Superiore Antincendi) ha trovato ospitalità il dibattito sul fotogiornalismo denominato “Appunti sul fotogiornalismo: la questione italiana“. Questo è il primo convegno nazionale sul tema, che ha visto la partecipazione non solo di addetti ai lavori, ma anche di appassionati di fotografia e fotogiornalismo e “chiunque tenesse all’informazione libera in Italia”. Di seguito troverete delle impressioni in prima persona, senza alcuna pretesa di oggettività, dell’evento stesso e del dibattito che ne è scaturito.

Continua a leggere

Commuters di Luca Napoli

Posted in fotografi, racconti, video with tags , , , , , , , on 21 dicembre 2009 by Mario Macaluso

«Commuters»  per condividere ovunque il tema senza equivoci . Pendolari cioè. Colti nel viaggio prevalentemente ferroviario, composto da treno e metro tra Legnano e Cassina de Pecchi. In un momento di sospensione muta priva di considerazioni, sorrisi, risentimenti. Nello scorrere di paesaggi ipnotici.  Attesa pura. Minuti, mezze ore di condizione umana insondabile. Pezzi di vita, per così dire, connettivi. Fra sonno e lavoro o, al ritorno serale, fra livida noia e attesa del prossimo tepore domestico. Commuter anch’io, da anni. E solo da poco guarito dall’insensibilità catatonica del viaggio: pochi mesi. Guarito (valutando razionalmente), grazie alla voglia di fotografare, di rapportarmi con l’estetica decadente e vagamente funesta di quelle luci e di quei volti anonimi e universali. E forse anche grazie alla meno lucida ambizione di recuperare, alla coscienza sociale ed alla storia minuta, quella quotidianità priva di eventi, di parole e di memoria.

Continua a leggere

“Il labirinto” messicano di Juan De la Cruz

Posted in fotografi with tags , , , on 9 dicembre 2009 by Mario Macaluso

Torniamo ancora una volta in america latina pubblicando alcune immagini di un giovane fotografo messicano, Juan De la Cruz. Le immagini sono una parte del lavoro intitolato Il labirintoe sono accompagnate da una breve intervista, realizzata nello scorso novembre, dal nostro amico fotografo Edvard Ciani

IiBN: «Juan, stai lavorando ad un progetto che si chiama “Il labirinto“, cosa ci puoi raccontare su di esso?»

JDLC: «Il labirinto è il risultato di un processo di introspezione iniziato 4 anni fa, è un viaggio nella parte più buia e luminosa della mia anima, un viaggio al centro del mio universo, una guerra che ogni giorno combatto dentro me stesso, si manifesta nelle immagini che vengono dal mio profondo, è un conoscere i demoni e le virtù che mi fanno palpitare, con i quali sono nato e che mi danno una singolarità in questa vita,  non tanto con l’obiettivo di conoscerli per dominarli, ma per conciliarmi con essi.»

«E’ quindi un lavoro molto personale, che trova il filo conduttore delle immagini nelle espressioni quotidiane e popolari del mio paese.»

Continua a leggere

Scatti di guerra

Posted in mostre with tags , , , , , , , , , , , , on 1 settembre 2009 by Giulia
Scatti_di_guerrax_Lee_Miller_Bambini_si_arrampicano_per_raggiungere_la_razione_di_cioccolato_Fred_Feekartxs_dal_conducente_della_jeepx_Dinard_Francia_1944_2

Lee Miller - Bambini si arrampicano per raggiungere la razione di cioccolato Fred Feekart's dal conducente della jeep - Dinard, France, 1944.

65 anni dopo lo sbarco in Normandia, le Scuderie del Quirinale a Roma hanno celebrato l’anniversario con una mostra, aperta fino al 30 agosto 2009, che raccoglie due serie di scatti che narrano, in modi diversi, quegli eventi e quelli che seguirono, nelle fasi finali della Seconda Guerra Mondiale.

Continua a leggere