Stephen Dupont

Stephen Dupont è un fotografo australiano nato a Sydney da genitori danesi nel 1967. La sua attività di fotoreporter inizia nel 1989, quando documenta la fine dell’occupazione vietnamita della Cambogia per Playboy Magazine. Successivamente lavora come freelance attraverso Sri Lanka, Thailandia, Filippine, Birmania e Australia.

Suoi lavori sono stati pubblicati su Newsweek, Time, New Yorker, Libération, Sunday Times Magazine, New York Times Magazine.

Abbiamo intervistato Stephen Dupont a proposito di “Raskols: Gangs of Port Moresby”, reportage sulle bande criminali di Port Moresby, capitale della Papua Nuova Guinea.

IiBN: «Cosa ti ha spinto a lavorare a questo reportage?»

SD: «Non ero mai stato in Nuova Guinea e, quando sono venuto a sapere della situazione delle bande e del crimine a Port Moresby, ho capito che per me era arrivato il momento di andare a scattare delle foto. Ho sentito il forte desiderio di documentare la lotta umana nelle strade di Moresby. Mi sono quindi infiltrato in una delle cosiddette raskol gang per realizzare dei ritratti che potessero svelare in qualche modo la personalità dei membri della gang ed umanizzare la cattiva reputazione che hanno nella loro società.»

IiBN: «È stato un lavoro su commissione? Qual’è stata la tua esperienza durante questo reportage?»

SD: «No, si è trattato di un lavoro autofinanziato e realizzato durante due diversi viaggi nel 2004. È stata una bella prova per me fare questi ritratti perché ero più abituato a fotografare in uno stile a metà strada fra reportage e street photography. Ero confinato in uno spazio molto limitante e potevo fotografare solo per brevi periodi di tempo nel pomeriggio, così ho portato avanti molte sessioni di ritratti per diversi giorni.»

«Creativamente, ero molto entusiasta dei risultati, essendo costretto a concentrarmi solo sui personaggi ed ho trovato qualcosa di molto speciale nella mia fotografia: ero capace di sentire e catturare la personalità di ciascun raskol, credo in modo molto semplice e naturale. Ho pensato meno a fare grandi foto e di più a rivelare la dignità dei miei soggetti.»

IiBN: «Hai incontrato problemi?»

SD: «No, no davvero. Mi sono sentito molto al sicuro. Ho avuto la benedizione del capo banda.»

IiBN: «Di cosa ti stai occupando attualmente?»

SD: «Ora sto lavorando ad un progetto a lungo termine sull’Afghanistan con l’aiuto della borsa di studio W. Eugene Smith 2007 per la Fotografia Umanista. Ho anche diversi libri in cantiere ed un documentario in forma di filmato.»

stephen_dupont_3.jpg

Per approfondire la conoscenza di questo autore consigliamo di guardare le foto del set Raskols: Gangs of Port Moresby e di visitare il sito personale di Stephen Dupont.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: